Skip to main content

Habitat 91E0*

Foreste alluvionali di Alnus glutinosa e Fraxinus excelsior (Alno-Padion, Alnion incanae, Salicion albae)

Stato di conservazione a livello nazionale (Regione Biogeografica Continentale): Unfavourable-Bad (EEA, Conservation status (2007-2012) of habitats).

Foreste alluvionali, ripariali e paludose di Alnus spp., Fraxinus excelsior e Salix spp., presenti lungo i corsi d’acqua sia nei tratti montani e collinari che planiziali o sulle rive dei bacini lacustri, ma anche in aree con ristagni idrici non necessariamente collegati alla dinamica fluviale. Si sviluppano su suoli alluvionali spesso inondati o nei quali la falda idrica è superficiale, prevalentemente in macrobioclima temperato, ma penetrano anche in quello mediterraneo dove l’umidità edafica lo consente.

Rientrano in questo gruppo anche i boschi paludosi litoranei a dominanza di frassino ossifillo che si insediano in depressioni con falda affiorante, svincolate dalle dinamiche fluviali. Questo è il caso dell’Oasi WWF di Valle Averto, dove i nuclei di frassino presenti denotano spiccate affinità con quelli del Bosco della Mesola (Ferrara). Secondo il “Manuale Italiano di interpretazione degli habitat della Direttiva 92/43/CEE” (http://vnr.unipg.it/habitat), questi boschi appartengono all'habitat 91E0*.

L’habitat 91E0* è presente in 6766 siti Natura 2000 in Europa, in accordo con i dati della European Environment Agency. Attualmente l’Oasi WWF di Valle Averto costituisce l’unica area all’interno dei tre Siti Natura 2000 che interessano la laguna di Venezia (ossia ZPS 3250046, ZSC IT 3250030 e ZSC IT 3250031) in cui sia stata di recente accertata la presenza di questo habitat prioritario.

Canalizzazioni, cattiva gestione delle acque e consumo del suolo sono solo alcuni fra i fattori di minaccia che limitano in molte parti del suo areale questa peculiare associazione vegetazionale, molto ricca dal punto di vista della composizione floristica, anche riguardo alle specie arboree. Fra queste, le più importanti sono il frassino ossifillo, l’ontano nero e l’olmo. Un ricco corteggio di specie vegetative va invece a costituire lo strato arbustivo. Per quanto nessuna di queste specie sia a rischio di estinzione o minacciata se considerate singolarmente, la loro associazione in foreste mature è fortemente in regresso, come accade per molti habitat di ambiente umido.

Attualmente, all’interno dell’Oasi WWF di Valle Averto, la presenza e la diffusione dell'habitat 91E0* è principalmente minacciata da specie a carattere invasivo come il rovo (Rubus spp.) e la Baccharis halimifolia.

Foresta alluvionale

Foresta alluvionale

 

Foresta alluvionale